Olio di canapa e olio di CBD: differenze e proprietà da sapere

In Notizie su Cannabis Legale e CBD 0 commenti

Spesso confusi e impiegati come sinonimi, l'olio di CBD e l'olio di canapa non sono la stessa cosa, ma prodotti differenti ognuno con le sue caratteristiche e proprietà. 

Infatti, l'olio di CBD è ricco di cannabinoidi e viene estratto dalle foglie e dai fiori ad alto contenuto di CBD e l'olio di canapa, contrariamente al primo, si ottiene esclusivamente dai semi di canapa, essendo di conseguenza privo di cannabinoidi, ma ugualmente un valido alleato del nostro organismo. Ma scopriamoli con ordine.

Differenza tra olio di canapa e olio di CBD

Olio di CBD: cos'è e benefici

Sicuro, naturale e dalle eccelse proprietà, l'olio di CBDcome anticipato, si ricava dai fiori di canapa e vanta alte concentrazioni di cannabinoidi, terpeni e flavonoidi. 

Il CBD non ha capacità psicoattive ed è privo di effetti collaterali, motivi per cui è considerato tra le più grandi novità scientifiche dell'ultimo secolo. Numerosi studi che lo consigliano per:

  • ridurre la percezione del dolore; il CBD, grazie alle sue proprietà analgesiche, è considerato un antidolorifico e antinfiammatorio 
  • combattere ansia e stress. Uno studio, condotto nel 2015, ha confermato che il CBD è utile per un disturbo d'ansia generalizzato, di panico, d'ansia sociale, disturbo ossessivo-compulsivo e disturbo da stress post-traumatico 
  • come neuroprotettore, per la capacità di ridurre lo stress ossidativo e diminuire i livelli di mortalità delle cellule celebrali 
  • per le sue proprietà antiemetiche e la facile digeribilità, l'olio di CBD viene utilizzato per ridurre i sintomi di nausea e rigetto 
  • grazie alle capacità distensive e rilassanti, il CBD aiuta a dormire, contrasta l'insonnia e i risvegli notturni
  • infine, l'olio di CBD è utile in campo veterinario, per donare sollievo ai nostri amici animali. 

Olio di canapa: un super alimento da aggiungere alla dieta

L'olio di canapa, che invece si ottiene dalla spremitura - meglio se a freddo - dei semi di canapa, ha un colore che spazia dal verde chiaro al verde scuro, un sapore che ricorda le nocciole ed è privo di cannabinoidi. 

Nonostante ciò, è considerato un straordinario integratore naturale da aggiungere alla propria dieta, poiché vanta:

  • elevate quantità di proteine, che però, a differenza di gran parte degli alimenti vegetali, sono composte da tutti gli 8 aminoacidi essenziali per la sintesi proteica;
  • numerose vitamine, tra cui: A, E, PP, C, B1, B2, B6;
  • sali minerali come: ferro, calcio, magnesio, potassio, fosforo
  • grassi essenziali, ossia da introdurre necessariamente con la dieta perché il nostro corpo non può produrre autonomamente, omega 6 e omega 3 

Infatti, le sue qualità nutritive sono racchiuse proprio nel suo profilo lipidico e nella sua capacità di fornire entrambi gli acidi grassi essenziali in un rapporto 3:1. Un bilanciamento considerato ottimale per l'uomo che gli altri oli vegetali non riescono ad assicurare. 

Da prendere assoluto, da aggiungere ai propri piatti come condimento e, addirittura, da spalmare direttamente sulla zona di pelle che vogliamo trattare, l'olio di canapa, se impiegato quotidianamente, presenta infiniti benefici, tra cui:

  • diminuisce i livelli ematici di trigliceridi e di colesterolo cattivo (LDL), rende più elastiche le pareti dei vasi sanguigni, evita l'accumulo di grasso nelle arterie e, di conseguenza, riduce il rischio di disturbi cardiovascolari;
  • per la prevenzione e il trattamento di malattie infiammatorie come artrosi e artrite reumatoide, l’infezione cronica della vescica, il trattamento del colon irritabile e il morbo di Crohn;
  • rinforza il sistema nervoso, cura problemi di apprendimento, deficit della memoria, difficoltà di concentrazione e mancanza di attenzione
  • da applicare direttamente sulla zona interessata, l'olio di canapa si è dimostrato utilissimo in cosmetica per la cura della pelle per:
    • psoriasi, vitiligine, eczemi, micosi, irritazioni da allergie, dermatiti, acne, funghi sotto le unghie e tutte le infiammazioni o irritazioni localizzate

Infine, l'olio di canapa non presenta né controindicazioni né effetti collaterali. L'unico consiglio è restare nel dosaggio consigliato e superare i 2-3 cucchiai da tavola giornalieri. 

Articoli Correlati