Fame chimica da cannabis: uno studio ne rivela la causa

In Notizie su Cannabis Legale e CBD 0 commenti

La fame chimica è quel senso di appetito incontrollabile che colpisce ogni consumatore di cannabis. Ma cosa la provoca? 

Il mistero è stato finalmente svelato. Pubblicato su Scientific Reports, uno studio scientifico ha spiegato per la prima volta perché, dopo aver assunto cannabis, si viene colti da una fame improvvisa. 

Fame chimica cannabis

Cannabis e fame chimica: ecco spiegato cosa la innesca

“Gli effetti di promozione dell’appetito della cannabis sativa sono riconosciuti da secoli, tuttavia - scrivono i ricercatori della Washington State University (WSU) - i meccanismi biologici alla base di questo processo sono rimasti in gran parte sconosciuti”.

“Imaging del calcio dei neuroni”. Questa è la tecnica utilizzata dagli scienziati, simile ad una risonanza magnetica del cervello, per capire e seguire tutti i cambiamenti innescati nell'organismo.

“Ora conosciamo uno dei modi in cui il cervello risponde alla cannabis di tipo ricreativo per promuovere l’appetito”, ha dichiarato Jon Davis, assistente professore di neuroscienze alla WSU, spiegando che: “C’è qualcosa di importante che accade nell’ipotalamo dopo la somministrazione di cannabis".

È stato scoperto che la cannabis, agendo sui recettori CB1 nel cervello, attiva i cosiddetti neuroni “dell’alimentazione” nell’ipotalamo, correlati alla proteina agouti.

Gli autori hanno affermato che: “Sulla base di questi risultati, concludiamo che i neuroni MBH contribuiscono alle proprietà di stimolo dell’appetito della cannabis inalata”.

Fame chimica, cosa mangiare? 3 idee sane e buone

Invece del cibo spazzatura, dannoso per la nostra salute, preferire degli spuntini sani quando siamo in preda alla fame chimica è la scelta migliore da fare. Ecco 3 idee semplici e buone:

  • Frutta secca: mandorle, nocciole, noci, arachidi, anacardi ecc. Questi alimenti ricchissimi di nutrienti, proteine, vitamine, omega 3 e omega 6, e sazianti, per l'elevato contenuto di fibra, si dovrebbero consumare tutti i giorni, fino a 25-30 grammi. Questa è l'occasione giusta per farlo
  • Frutta fresca: un'infinità di colori e sapori tutti da esplorare. Un cibo sano, con cui si possono fare anche frullati super rinfrescanti. Frullati perfetti anche per contrastare la bocca secca da cannabis
  • Yogurt: da arricchire con cereali e perché no, con frutta fresca e secca, lo yogurt è nutriente, saziante e facile da preparare e gustare.

| Per saperne di più: "5 cibi sani e gustosi per saziare la fame chimica"

Articoli Correlati