CBD efficace per l'Alzheimer: nuove conferme scientifiche

In Notizie su Cannabis Legale e CBD 0 commenti

“La nostra ricerca conferma l’efficacia del CBD nel prevenire o mitigare gli effetti dell’Alzheimer. Pertanto, le future formulazioni di integratori di CBD potrebbero essere posizionate strategicamente per includere indicazioni per la prevenzione e l’attenuazione dell’Alzheimer, ampliando il suo repertorio terapeutico”.

Questo è quanto evidenziato dai ricercatori della China Pharmaceutical University, che, nel nuovo studio scientifico pubblicato su Cells, hanno valutato le proprietà antinfiammatorie e neuroprotettive del cannabinoide.

Studio intitolato: “Valutare il cannabidiolo come agente terapeutico per prevenire e alleviare la neurodegenerazione della malattia di Alzheimer”, in cui il CBD è stato somministrato a modelli animali

CBD Alzheimer studio

CBD per l'Alzheimer: antinfiammatorio e neuroprotettivo 

"Nella malattia di Alzheimer (AD) la neuroinfiammazione provoca danni sinaptici e neuronali - e il CBD - "vista la sua dimostrata efficacia nella gestione del dolore neuropatico per l'epilessia", potrebbe agire con successo per contrastarla. 

"Per valutare l’efficacia terapeutica del CBD nell’AD, i ricercatori, utilizzando l’Aβ1–42: un biomarcatore associato all’insorgenza dell’Alzheimer, hanno condotto sia esperimenti in vitro che in vivo sui topi. L'analisi RNA invece è stata impiegata per chiarire il meccanismo terapeutico del CBD. 

Senza causare danni significativi e morte cellulare, si è scoperto che il CBD sembra contrastare i disturbi cognitivi e di memoria indotti dall’Aβ1–42.

“I nostri risultati suggeriscono l’efficacia del CBD nel moderare l’attivazione microgliale e astrocitica, offrendo benefici antinfiammatori che proteggono la funzione sinaptica e alleviano i deficit cognitivi associati all’Alzheimer”, dichiarano infatti i ricercatori, sottolineando che: “I nostri dati supportano il potenziale ruolo terapeutico del CBD nel contrastare la neuroinfiammazione correlata all’AD”.

Benefici possibili principalmente grazie alle proprietà neuroprotettive del CBD, confermate da numerose ricerche in ambito scientifico. 

| Per approfondire: "CBD come neuroprotettore naturale ed efficace, gli studi scientifici"

Articoli Correlati